Automi

Vendita di automi musicali 

Il termine Automi Musicali viene generalmente riferito agli "androidi" dalle sembianze umane o animali costruiti dal 1700 dai maestri orologiai (alcuni erano anche in grado di scrivere frasi meccanicamente programmate, di giocare agli scacchi o di disegnare un soggetto prestabilito).
Famosi furono “La suonatrice di timpano” e “Il suonatore di flauto” di Jacques Vaucanson.
Aveva le sembianze e le dimensioni di un uomo e con la sua sola meccanica programmata suonava undici arie su flauto muovendo le dita e modulando l’aria dalla bocca.
Oggi sono conservati ed esposti al Conservatoire des Arts et Metiers di Parigi.

Macchine musicali frutto dei mastri orologiai

Con il termine Automa Musicale ci si riferisce generalmente a giocattoli con la testa di Bisquit gli arti movibili e vestiti di seta costruiti con sembianze umane o animali, a partire dal 1700, dai maestri orologiai. 
La loro particolarità e che furono costruiti per riprodurre famosi brani musicali, ma erano anche in grado di scrivere frasi programmate meccanicamente, di giocare agli scacchi o persino di disegnare un soggetto prestabilito.

Macchine dalle fattezze umane capaci di suonare

Gli automi musicali più famosi furono “La suonatrice di timpano” e “Il suonatore di flauto” di Jacques Vaucanson, conservati ed esposti oggi al Conservatoire des Arts et Metiers di Parigi. 
Ancora oggi vengono ammirati per la loro bellezza, creati in maniera magistrale e perfetta, e per i suoi suoni limpidi, chiari e meravigliosi.
Queste fantastiche macchine erano una vera e propria innovazione e rarità, ma non diventarono mai popolari in quanto potevano costare anche un anno di salario.
Scopri la nostra collezione e trova l'oggetto che più ti si addice 
Share by: